L'Azienda I Prodotti Esempi di conversione GPL/Metano Informazioni CO2 Area riservata Contatti
NUOVO SISTEMA MIXED FUEL - DIESEL/GPL - OMOLOGATO EURO 5 - ORA DISPONIBILE!
 
FAQ GPL
GPL
FAQ Metano
Metano
 
 


  1. Quali autoveicoli si possono trasformare a gpl?
  2. È possibile installare un impianto gpl su veicoli diesel?
  3. Quali sono i vantaggi del gpl rispetto gli altri carburanti?
  4. Quale è l'impattio del gpl sull'ambiente?
  5. È necessaria una manutenzione particolare per gli impianti a GPL e i relativi motori?
  6. Come sono i consumi e la potenza di un motore a GPL rispetto a quelli di un motore a benzina?
  7. Quanta autonomia si ha con il GPL?
  8. Come funziona un impianto GPL Autogas?
  9. Gli impianti a gas sono sicuri?
  10. Quali sono le misure di sicurezza presenti una volta installato il sistema GPL?
 
  1. Tutte le auto alimentate a benzina, a carburatore, ad iniezione e ad iniezione con marmitta catalitica possono essere convertite a gas. I sistemi GPL sono attualmente disponibili anche per vetture ad iniezione diretta.

  2. Sì. L'installazione è possibile per i veicoli con motore Diesel. il sistema può essere installato su tutti i motori diesel, compresi i generatori. Il sistema DDF (Diesel Dual Fuel) può essere montato su auto, furgoni, pick-up, autobus, camion e trattori.
    La miscela DDF (Diesel con GPL) varia in conseguenza di vari parametri quali: tipo e configurazione del motore, la sua potenza e naturalmente l'età del motore stesso. Generalmente il 40%-50% del gasolio viene sostituito da GPL. Con motori efficienti, di nuova generazione, questo comporta notevoli risparmi sui costi per l'utente.
    Tale trasformazione non solo riduce i costi di esercizio ma anche diminuisce le emissioni di NOX, CO e CO2, riducendo drasticamente le particelle di carbonio incombusto nei gas di scarico rendendolo un scelta "eco-friendly" ideale.
    Il DDF, infine, aumenta potenza e coppia del motore prolungandone la vita e consentendo una maggiore scorrevolezza del motore stesso riducendo i depositi di impurità nei basamenti motore e conseguenti cambi olio.

  3. Il GPL è un combustibile ad elevato potere calorifico rispetto ad altri combustibili di uso comune, tra carbone, gas naturale, gasolio, benzina, oli combustibili e alcool derivati da biomassa.
    Il GPL genera minori emissioni di anidride carbonica rispetto alla benzina e diesel. Quindi può dare un contributo positivo per migliorare la qualità dell'aria rispetto a benzina, diesel ed altri combustibili solidi e non.

  4. Il GPL è uno dei combustibili convenzionali disponibili più puliti.
    Non è tossico e non ha alcun impatto sul suolo, acqua e falde sotterranee. Esso contribuisce anche a migliorare la qualità dell'aria interna ed esterna, in quanto produce sostanzialmente meno particolato e di NOx di gasolio, olio, legno o carbone
    . Dal punto di vista del riscaldamento globale, la scelta del carburante può svolgere un ruolo significativo nella riduzione delle emissioni di anidride carbonica e altri gas serra. Per molte applicazioni, compreso il trasporto, la cucina, riscaldamento, processi industriali e la produzione di energia locale vi è un ruolo importante nelle applicazioni su piccola e media scala per carburanti alternativi basso tenore di carbonio, come il GPL, che hanno un minore impatto ambientale rispetto ai carburanti tradizionali.
    Gli studi dimostrano che il GPL genera minori emissioni di anidride carbonica rispetto al benzina e diesel.
    Inoltre, l'emissione di CO2 del GPL è inferiore di oltre il 20% rispetto alla benzina e di oltre il 10 rispetto al gasolio. Il GPL aiuta quindi a ridurre le emissioni di CO2.
    Il GPL aiuta anche a ridurre le emissioni di particolato (BC), che sono la seconda più grande causa del riscaldamento globale e che possono causare gravi problemi di salute.

  5. Per garantire il buon funzionamento nel tempo l'impianto è soggetto a controlli periodici (es. sostituzione filtro) secondo un piano di manutenzione programmata ogni 15-20.000 Km. Tali interventi sono quindi generalmente effettuati dall'officina in concomitanza con i regolari tagliandi della vettura con particolare attenzione all'accensione e all'impianto elettrico.

  6. Di norma un mezzo alimentato a gas, con un litro di GPL percorre il 15 % di strada in meno rispetto un litro di benzina.
    Se la percorrenza a benzina è di 10 Km/lt. a gas sarà di circa 8,5 km/lt, mentre la perdita di potenza è di circa il 3/5 % quindi non percepibile dall'utente.

  7. L'autonomia di un'auto a GPL dipende dalle dimensioni del serbatoio installato, la cui scelta del tipo di serbatoio può esser fatta in relazione all'utilizzo della vettura per privilegiare la capacità di carico o la maggiore autonomia della vettura stessa.
    Nel caso si voglia privilegiare la capacità di carico è consigliabile installare un serbatoio toroidale a "ciambella" che viene collocato nel vano ruota di scorta della vettura e mantiene praticamente invariata la capacità di carico. Considerando per esempio il caso di una vettura che percorra 10 km/lt. nel funzionamento a benzina, a GPL percorrerà circa 8,5/9 km/lt.
    I serbatoi possono essere di diverse forme e misure e quindi differenti autonomie. Per avere un riferimento indicativo, con un serbatoio da 40 lt. (32 lt. di GPL effettivi a seguito dell'intervento della valvola di sicurezza) la nostra auto avrebbe un'autonomia di circa 290 km, mentre un serbatoio da 60 litri dove è possibile stoccare 48 litri effettivi di GPL l'autonomia sarà intorno ai 480 km.

  8. Il GPL può essere utilizzato su qualsiasi motore a benzina. Il GPL risulta un ideale carburante per motori a scoppio grazie al suo alto numero di ottani, bassi livelli di composti organici volatili ed il fatto che si facilmente miscelare con l'aria prima della combustione. Queste caratteristiche ne determinano una combustione completa, che aiuta a ridurre le emissioni di scarico.
    Studi, sull'utilizzo della GPL hanno dimostrato che i motori funzionanti a GPL durano più a lungo grazie ai particolari componenti chimici presenti, tipicamente visibili durante la combustione (meno emissioni inquinanti).
    Il GPL non compromette la densità dell'olio motore, al contrario ne aumenta la sua viscosità riducendo l'usura del motore (pistoni, o-ring, cilindri, testa cilindro motore, ecc) bruciando in modo più completo senza generare depositi di carbonio riducendo lo stress del motore aumentando la vita del motore.

  9. Sì sono sicuri! I Le norme che regolamentano la costruzione dei diversi componenti GPL sono rigidissime. Prodotti che vengono installati sulle vetture sono stati progettati e costruiti tenendo in considerazione le caratteristiche chimico-fisiche del GPL. I serbatoi GPL sono costruiti con una lamiera d'acciaio di 3.5mm trattato termicamente per evitare fessurazioni in caso di deformazioni (provocate per esempio da un incidente).
    Durante le fasi di omologazione, i serbatoi GPL vengono sottoposti ad un test di pressione idraulica e non devono presentare cedimenti strutturali sino a raggiungere la pressione di 67,5 bar.
    Basti pensare che la pressione sviluppata dal GPL all'interno del serbatoio oscilla normalmente da 3 a 7 bar, al contrario, il serbatoio benzina è in plastica e fonde a 160°-170°C e si rammollisce a 120°C.
    Infine le tubazioni del gpl sono in metallo, mentre per la benzina sono in plastica o gomma.

  10. Le misure di sicurezza del sistema GPL prevedono, un'elettrovalvola, posizionata all'ingresso del riduttore di pressione, che impedisce il flusso di gas a motore spento, oltre ai dispositivi di sicurezza della multivalvola dei serbatoi GPL (elettrovalvola, dispositivo per la chiusura automatica del flusso di riempimento all' 80% della capacità complessiva, valvola di sicurezza) previsti dalla normativa vigente ECE/ONU 67/01, che garantiscono la massima sicurezza in ogni situazione impedendo un aumento eccessivo della pressione interna il serbatoio per cause esterne (incendio, incidente, parcheggio in garage interrati, esposizione ad eccessivo calore per irraggiamento...) assicurando così il mantenimento degli standard di sicurezza.



AUTOGAS ITALIA s.r.l. Via Raimondo Dalla Costa, 2 - 41122 Modena (Italy) Phone: +39.059.250174 - Fax: +39.059.253571
e.mail:autogasitalia@autogasitalia.it