News

Aria di novità in casa Dimsport: traguardi e nuovi scenari di un’azienda automotive in forte ascesa

“Sostenibilità” è la parola chiave per le prossime iniziative del Gruppo Holdim

Alla conferenza stampa tenuta dal gruppo Holdim in occasione del 30° di Dimsport, importante azienda del gruppo, sono state annunciate importanti novità legate alle attività future dell’azienda ma anche del Gruppo, il cui leitmotiv sarà la sostenibilità.

Dimsport, 30 anni di grandi traguardi

Dimsport, dal 1991 leader su scala internazionale nel tuning elettronico per l’automotive, è divenuto negli ultimi 30 anni un punto di riferimento per le officine di tutto il mondo sia in termini di affidabilità che versatilità della propria piattaforma: l’azienda spazia infatti dagli strumenti di ricalibrazione della centralina di primo equipaggiamento fino ai moduli aggiuntivi e ai banchi prova potenza per la simulazione stradale dei veicoli.

Dimsport offre un servizio a 360° per tutti coloro che lavorano in ambito tuning e di questo ne è consapevole ed orgoglioso il presidente del Gruppo Holdim, Alessandro Chellini: “L’incremento delle prestazioni, la personalizzazione dello stile di guida, l’ottimizzazione anche in ottica di riduzione dei consumi. Siamo tra le aziende che hanno visto nascere l’applicazione dell’elettronica nei motori endotermici. Quello che ci ha permesso di ‘rimanere sempre sul pezzo’ sono la passione, l’impegno in prima persona, la caparbietà, la velocità di reazione e un pizzico di sana follia”.

Un futuro fulgido e ricco di nuovi progetti

I grandi traguardi non fermano Dimsport che per gli anni a venire ha grandi idee come la realizzazione di un banco prova per la verifica delle emissioni e una sala motore, un nuovo laboratorio aperto alle aziende che vogliono omologare i loro prodotti.

Un’altra importante attività in programma è la riqualificazione dell’area autodromo Morano Po al fine di rivitalizzare una risorsa del territorio circostante attraverso progetti mirati come la realizzazione di un centro formazione, strutture ricettive e turistiche una proposta di attività complementare al laboratorio di testing.

Partnership di grande rilievo

Tra le grandi novità in casa Holdim c’è la partnership con Snam4Mobility, società controllata da Snam con la missione di promuovere la mobilità sostenibile a gas naturale, biometano e idrogeno. All’interno di questa collaborazione giocano un ruolo fondamentale Ecomotive Solutions e Autogas Italia, entrambe facenti parte del Gruppo Holdim, che fanno leva sulla competitività e sulla sostenibilità ambientale di CNG e Bio-CNG per favorire la decarbonizzazione dei trasporti. “Siamo impegnati a investire per potenziare la rete di distribuzione di gas naturale e biometano e per favorire l’adozione di questi carburanti alternativi come opzione efficiente sia per i veicoli privati sia per quelli commerciali e per le flotte”, ha dichiarato Andrea Ricci, Senior Vice President Filling Stations di Snam4Mobility.

Il biometano corre in pista

Non è la prima volta che un’auto con impianto a biometano si cimenta con successo in una gara automobilistica (vedi Green Hill 2021 link all’altra news) ma per il prossimo anno si alzerà l’asticella portando in pista del campionato TCR 2022 un’Audi RS3 LMS convertita a biometano, a dimostrazione che metano e biometano non sono alimentazioni di ripiego, bensì carburanti con cui si può guidare con piacere su strada ma anche competere in pista.

A scuola di motorsport

Un altro importante Odg di Dimsport è stata la proposta di creare una vera e propria scuola per formare piloti e altre professionalità del motorsport, riportando così i motori al centro del territorio e offrendo alle nuove generazioni una possibilità di investire sul proprio futuro. Una sfida stimolante e gratificante allo stesso tempo per tutta la collettività.

Biometano, ancora più impianti

A sottolineare l’impegno in tema di biometano, energia rinnovabile al 100%, il Gruppo Holdim ha concluso la conferenza stampa con un altro importantissimo progetto legato ad un’altra azienda del Gruppo, la 2LNG, azienda specializzata nella realizzazione di liquefattori di metano, che nel prossimo anno ha in previsione l’installazione in Italia numerosi impianti per la produzione di bioGNL, ottenuto grazie a materiale organico proveniente da attività agricole e zootecniche.

Una giornata pregna di grandi progetti ad ampio respiro, indicativo di un Gruppo costituito da aziende sane e con altissimo potenziale innovativo.